ENIT, Palmucci: “MICE settore fondamentale. Lavoreremo con Convention Bureau”.

//ENIT, Palmucci: “MICE settore fondamentale. Lavoreremo con Convention Bureau”.

Sono oltre 600 gli eventi Enit programmati nel mondo (+5% rispetto al 2018) tra cui momenti significativi come il Centenario Enit a novembre, le celebrazioni legate a Leonardo da Vinci, la partecipazione al Giro d’Italia ed eventi importanti dedicati al settore MICE, come IMEX Francoforte e Las Vegas. Il programma degli eventi e il piano triennale di marketing e promozione turistica dell’Agenzia nazionale per il Turismo sono stati presentati da Giorgio Palmucci, presidente Enit, e dal ministro del turismo e delle politiche agricole e forestali Gian Marco Centinaio, nella sede di Via Marghera.

“Il turismo è un settore determinante per la crescita dell’economia italiana – ha detto il ministro Centinaio – ed è destinato a rimanere uno dei driver per la ripresa dell’economia e dell’occupazione. Sarà indispensabile migliorare le infrastrutture per governare la crescita dei flussi turistici e puntare su un turismo di nicchia che abbia un target ben preciso. Bisognerà, in ultimo, rafforzare la presenza di Enit e le partnership con le eccellenze del Made in Italy consolidando i mercati avanzati e puntando a quelli emergenti il tutto in un’ottica di brand nazionale”.

Dai dati illustrati durante la conferenza, emergono quelli relativi al turismo MICE che, ad oggi, rappresenta un quinto del turismo in ingresso: il 20 per cento contro l’80 per cento rappresentato dal turismo leisure.

“Il turismo MICE è importante – commenta Palmucci durante la conferenza stampa -, perché può rappresentare un volano di crescita anche per il leisure”.

L’ENIT si sta impegnando nella valorizzazione del settore “anche lavorando con le associazioni, ad esempio ICCA, per promuovere a destinazione Italia a livello MICE – puntualizza Giorgio Palmucci a margine della conferenza -. Lavoreremo in stretta sinergia anche con Convention Bureau Italia e con i Convention Bureau regionali perché è importante dare un segnale chiaro: il turismo non è soltanto leisure ma anche MICE e credo che, in passato, questo non sia stato messo in giusta evidenza”.

Sul fronte dei dati e della competitività, in termini di presenze estere, l’Italia, con oltre 216,5 milioni di pernottamenti totalizzati nel 2018 (+2,8%), supera la Francia (140,7 mln di notti, +5,4%) e cresce a differenza della Spagna (301 mln di notti, -1,6%) che, pur essendo prima nel confronto europeo, è in flessione rispetto al 2017. Le presenze totali negli esercizi ricettivi italiani sfiorano i 429 milioni e aumentano del +2,0% nel 2018 sul 2017.
La componente internazionale cresce più di quella italiana (+2,8 vs 1,1%) e rappresenta il 50,5% delle presenze totali.  La spesa internazionale in Italia, a quota 41,7 miliardi di euro, aumenta del +6,5% nel 2018 sul 2017.

Gli elementi del Piano Triennale si basano su sostenibilità, accessibilità, innovazione, deconcentrazione stagionale, crescita a valore, sinergia con il Sistema Italia e coordinamento con gli enti locali per strategie promozionali omogenee, centralità del Made in Italy, valorizzazione e posizionamento competitivo dell’Italia come meta turistica nel mondo, sviluppo di una rete di servizi e trasporti pubblici e privati.

Un ruolo fondamentale è svolto dall’enogastronomia, cruciale per attrarre nuove esperienze di viaggio tra visitazione culturale, sportiva, active e slow. Un’autenticità garantita da un’ampia stagionalità dell’offerta che vede crescere le presenze in tutti i mesi dell’anno e dalla capacità di intercettare le esigenze dei viaggiatori alla ricerca di esperienze di Italian Style evidenziando una crescita anche nei piccoli comuni. A ciò si aggiunge lo storytelling dei grandi eventi: dalla montagna (Cortina 2021 e Milano-Cortina 2026) alla cultura dei personaggi storici italiani, fino agli appuntamenti internazionali dell’agroalimentare come Vinitaly o del design come il Salone del Mobile, vetrine indiscusse per il segmento alto di gamma.  ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo promuove l’Italia come meta di viaggi e vacanze dal 1919 e festeggerà a novembre i primi 100 anni. Attraverso le sue 29 sedi nel mondo l’Agenzia opera con attività promozionali B2B e B2C, di comunicazione e di monitoraggio della filiera turistica incoming a livello internazionale.

2019-08-14T23:37:17+00:00